Navigazione veloce

Ricordo di LARA HAMZE’ ex alunna delle scuole di Morazzone

Ricordo di LARA HAMZE’ ex alunna delle scuole di Morazzone che a soli 17 anni, quest’estate ha perso tragicamente la vita in un incidente automobilistico, in Libano, dove era in vacanza.

Il Dirigente scolastico, le insegnanti della scuola primaria e secondaria che l’hanno conosciuta ed accompagnata per un tratto della sua breve vita, la ricordano con affetto e, insieme a tutto il personale dell’Istituto esprimono la propria vicinanza alla famiglia: alla mamma Mariam, al papà Mohamed e ai fratelli Hadi, Ali e Sara.

 

Lara era dolcissima…e Lara non è più tra noi.

Avrebbe iniziato il quarto anno all’istituto Einaudi a Varese, che frequentava con buoni risultati e tante aspettative riguardo al proprio futuro, ma il futuro di Lara si è arrestato su un’autostrada della terra dei cedri.

 

Lunga e diritta correva la strada…

Non lo sapevi che c’era la morte quel giorno che ti aspettava, quel giorno che ti aspettava…

Non lo sapevi che c’era la morte,

 quando si è giovani è strano  poter pensare che la nostra sorte

 venga e ci prenda per mano, venga e ci prenda per mano…

Non lo sapevi, ma cosa hai sentito quando la strada è impazzita,

quando la macchina è uscita di lato …….

Non lo sapevi, ma cosa hai pensato quando lo schianto ti ha uccisa,

quando anche il cielo di sopra è crollato, quando la vita è fuggita… Sull’autostrada cercavi la vita, ma ti ha incontrato la morte…

Vorrei sapere a che cosa è servito vivere, amare, soffrire,

spendere tutti i tuoi giorni passati se così presto hai dovuto partire, se presto hai dovuto partire…

 

Voglio però ricordarti com’eri, pensare che ancora vivi,

voglio pensare che ancora mi ascolti e che come allora sorridi e che come allora sorridi…

( da “Canzone per un’amica” di F. Guccini)

 

Lara vive ancora.

Lara vive anche nel ricordo

 degli insegnanti

che l’hanno accolta bambina ,

l’hanno vista crescere

 ed hanno raccolto sogni,

 speranze ed inquietudini

 del  suo cuore adolescente .

 

  • Condividi questo post su Facebook

Lascia un commento